La scoperta della prima infanzia

 

Per una storia della pedagogia 0-3
Vol. 2 - Da Locke alla contemporaneità

La prima infanzia è, sul piano educativo e pedagogico, una «scoperta» moderna o affonda le sue radici nella storia più antica? Per rispondere in maniera critica e documentata a questo interrogativo, l’autrice esplora in due volumi (vol. I Dall’antichità a Comenio, vol. II Da Locke alla contemporaneità) le concezioni pedagogiche e le pratiche educative che hanno, di fatto, accompagnato la condizione delle bambine e dei bambini nella fascia d’età compresa fra 0 e 3 anni dall’antichità fino ai giorni nostri. La ricostruzione è anche occasione per riscoprire le radici epistemologiche di una agoghé del pâis progressivamente finalizzata a gettare le basi di un’educazione capace di confrontarsi con i caratteri precipui della «natura umana». Dall’analisi della prima comparsa di un pensiero «intenzionalmente» pedagogico fra età antica ed età medievale (vol. I), si è passati (vol. II) allo studio della formulazione in età moderna e contemporanea di una pedagogia sistematica della prima infanzia, distinta (anche se mai separata) dai saperi della letteratura, della teologia, della filosofia. Il ricorso ad una pluralità di fonti storiche ha consentito di far emergere dai «silenzi dell’educazione» la figura ancora poco abbozzata dell’infans, riconosciuto però nel corso del tempo come portatore di un lógos in potenza e, in quanto tale, protagonista e destinatario di un’educazione secundum naturam.

Apparato iconografico a corredo - parte I 

Apparato iconografico a corredo - parte II

 

Se vuoi acquistare la spedizione con Corriere: AGGIUNGI IL PRODOTTO AL CARRELLO E CLICCA QUI

Eventi e News

> torna su

Recensioni

Commenti

> torna su
Login o registrati per inviare commenti
0

Evelina Scaglia

> torna su
Evelina Scaglia, PhD in Scienze pedagogiche, è RtdB in Storia della pedagogia presso l’Università degli Studi di Bergamo. Si è occupata prevalentemente di storia della pedagogia contemporanea, con studi su autori italiani ancora poco ispezionati come Giovanni Calò (2013) e Marco Agosti (2016).

Caratteristiche

Anno: 2020
Numero pagine: 272
ISBN: 978-88-382-4908-2
Questo articolo è disponibile