€22.50 -15%
Quantità
€19.12Aggiungi al carrello

Poveri, opere pie e assistenza

  Questo volume intende dare un contributo per la storia dei poveri e dell'assistenza nell'Italia postunitaria. Due capitoli sono dedicati alla «mentalità» con la quale la classe dirigente affrontò il problema, impressionante per le sue dimensioni, dei mendicanti e dei vagabondi. Gli altri focalizzano alcuni momenti significativi del passaggio dall'antico sistema della beneficenza all'assistenza pubblica e, quindi, della trasformazione delle Opere Pie in «moderne» istituzioni. Questo importante tema storiografico (la nascita dello «Stato sociale» è una novità fondamentale dello Stato contemporaneo) finora non è stato adeguatamente approfondito ed è stato trattato, in alcuni casi, con preconcetti ideologici. L'autore ha cercato di analizzare, più che i dibattiti, l'applicazione concreta delle leggi, mostrando, sulla base della documentazione conservata nell'Archivio Centrale dello Stato, come le innovazioni, in particolare quelle di Crispi, anche se animate da uno spirito di «razionalizzazione» della beneficenza, finissero per fornire sia ai partiti «costituzionali» sia a quelli della Sinistra democratica e socialista un «campo» da occupare con i propri uomini. Tanto da rendere lecita la domanda se i cambiamenti nelle amministrazioni delle Opere Pie abbiano portato a un reale miglioramento della drammatica condizione dei poveri.

Eventi e News

> torna su

Recensioni

Commenti

> torna su
Login o registrati per inviare commenti
0

Antonio Fiori

> torna su
 

Caratteristiche

Anno: 2005
Numero pagine: 226
ISBN: 978-88-382-3982-7
Questo articolo è disponibile

Novità