Attivismo, orgoglio e tradizione ambrosiana.

  Tra l’inizio degli anni Cinquanta e la metà del decennio successivo la società milanese fu intensamente condizionata e modificata dalla rapida intensificazione del processo di sviluppo economico connesso con l’espansione industriale. All’interno di tale contesto storico, il volume, introdotto dalla prefazione di Giovanni Filoramo, approfondisce le modalità attraverso le quali la Chiesa ambrosiana, guidata da un vescovo sensibile a queste trasformazioni come Giovanni Battista Montini che a Milano ebbe l’unica possibilità di sperimentare sul campo le sue idee pastorali prima di diventare papa assumendo il nome di Paolo VI, reagì agli stimoli al cambiamento innescati dal boom dell’economia italiana e dallo svolgimento del Concilio Vaticano II. Attraverso l’analisi di una documentazione in larga misura inedita integrata dalla lettura di periodici e altri studi, la ricerca descrive una città e una Chiesa che si inseriscono come poche altre in Occidente in un turbolento periodo della storia italiana ed europea in cui la tensione al cambiamento e la volontà di conservare il passato si confrontarono e si scontrarono creando dei fenomeni socio-culturali ed ecclesiali i cui effetti sono in buona parte visibili ancora oggi.

Eventi e News

> torna su

Commenti

> torna su
Login o registrati per inviare commenti
0

Francesco Ferrari

> torna su
  E' nato a Torino il 25 luglio 1986. Dopo una laurea in storia del cristianesimo conseguita nell’Ateneo torinese nel 2011, nel 2016 ha ottenuto il titolo di dottore di ricerca in storia presso l’Università di Bologna. Svolge attività di ricerca nel campo della storia della Chiesa e dell’Italia contemporanea con particolare attenzione ai rapporti tra il mondo cattolico e lo sviluppo industriale italiano tra la fine della seconda guerra mondiale e la conclusione del Concilio Vaticano II.

Caratteristiche

Anno: 2017
Numero pagine: 336
ISBN: 978-88-382-4489-6
Questo articolo è disponibile

Novità